Archivio dei tag fake news

DiStudio Progetto Web

Come sfuggire alla censura sul web

Se ne parla sempre più: censura, fake news, link corrotti… Ma cosa avviene davvero sul web e come si sfugge al controllo?

Da quando è nato il web il mondo si è radicalmente trasformato. Ormai siamo sommersi da un quantità tale di informazioni e dati che difficilmente riusciamo a distinguere da dove proviene tutto questo cumulo e sovraccarico di informazioni. Proprio da questo intreccio di dati nascono molto spesso quelle che vengono chiamate fake news, e allo stesso tempo, con sempre più utenti connessi al web, diventa più facile per hacker e anche grandi compagnie controllare e manipolare i dati delle persone. Ed ora entra in gioco anche la nuova direttiva dell’Unione Europea sul copyright.

Tutto questo non fa che inasprire il dibattito sulla libertà del web sorto già qualche anno fa con le rivelazioni di Edward Snowden, la crescita incredibile dei social network e la raccolta di dati personali. Ma si può sfuggire al controllo e alla censura? Effettivamente si può, basta seguire qualche trucco (senza essere dei veri professionisti del computer).

  1. VPN

Partiamo dalle connessioni VPN, uno strumento utilizzato sia da professionisti del web sia da persone che si trovano in paesi del mondo in cui la censura web da parte dello stato è molto forte. Con le connessione VPN, oltre a garantirvi la massima sicurezza e privacy, avrete modo di entrare in siti web vietati nel vostro paese, ingannando la localizzazione del vostro indirizzo IP. La connessione VPN viene fornita in abbonamento ed è un ottimo modo anche per stabilizzare la velocità di internet e riuscire ad accedere a più contenuti web.

  1. DNS

Il DNS è il domain name system e permette di associare diverse informazioni al computer e al network. Questi possono essere modificati per navigare attraverso siti e pagine bloccate dalla censura web del paese in cui ci troviamo. In questo modo, cambiando il nome del DNS permetteremo al computer di passare per un server diverso da quello nazionale, prendendo informazioni da un server in un paese diverso. Anche con questo sistema, un po’ più complesso da attuare, si rende la connessione più veloce e persino Google ha messo a disposizione dei DNS pubblici.

  1. Proxy

I proxy è una specie di computer che si inserisce tra il nostro sistema e il sito di destinazione. In questo modo sembrerà che sia qualcun altro a visitare il sito oscurato e non noi. I proxy però non sono sempre affidabile e comunque richiedono una registrazione da parte nostra anche se non dobbiamo installare nessun software speciale.

  1. Tor

Tor è un sistema di navigazione anonima che permette di visitare siti web oscurati, di proteggere la nostra privacy mascherando l’indirizzo IP, crittografare la rete mentre navighiamo e molto altro. Il tutto funziona anche quando VPN e proxy non vanno. Proprio per questo Tor è stato attaccato da vari paesi in cui la censura web è molto forte. 

Questi metodi ci aiutano ad arrivare a siti web nascosti, ad avere una visione d’insieme dei contenuti web e allo stesso tempo proteggono la nostra privacy nascondendoci ad occhi indiscreti. Rimane poi il problema della cultura sul web: ognuno di noi utenti dovrebbe impegnarsi per renderlo un posto davvero libero e sicuro.